FAQ


Cosa succede se pago in ritardo una o più rate?

Ogni volta che un soggetto paga in ritardo una o più rate, si effettua una segnalazione in banca dati, quest’ultima va a incidere sulla propria reputazione creditizia. Ciò comporterà il rigetto di una eventuale richiesta di Prestito Personale o Mutuo futuro poiché l’istituto del credito è obbligato a verificare la reputazione creditizia del cliente.

 

 

Se ho subito un protesto oppure ho pagato in ritardo una rata, posso richiedere un prestito?

Se hai avuto un protesto o hai pagato in ritardo una o più rate potrai accedere al Prestito con Cessione. Questa forma di Prestito evita il controllo nella banca dati, in quanto, l’unica garanzia richiesta è uno stipendio o una pensione. L’ultima soluzione è attendere la cancellazione di questi dati che solitamente variano da 12 a 36 mesi.

 

 

Che cos’è un Prestito Personale?

Il Prestito Personale è un Finanziamento veloce senza obbligo di destinazione che prevede un tasso di interesse fisso e viene rimborsato mensilmente tramite bollettino o trattenuta sul conto corrente.

 

 

Chi può richiedere un Prestito Personale?

Un finanziamento o prestito personale, può richiederlo chiunque abbia un’età compresa tra i 18 anni ed i 75 anni (scadenza dell’ultima rata prestito).

 

 

Chi è il “coobbligato” o “garante” del Prestito?

Nel caso in cui il richiedente del prestito non sia in grado di restituire le rate pattuite, la banca o la finanziaria, per ottenere il rimborso del debito, può rivolgersi al “coobbligato” cioè alla persona che ha fatto da garante a chi ha richiesto il credito

 

 

Quali documenti servono per richiedere un Finanziamento?

Documento di identità non scaduto, codice fiscale, busta paga se è un lavoratore dipendente, l’ultima dichiarazione dei redditi completa di ricevuta del pagamento delle imposte se è un lavoratore autonomo, il cedolino della pensione se è un pensionato e una bolletta pagata.

 

 

Che differenza c’è tra un Mutuo ed un Prestito?

La differenza sta nel fatto che, per finanziare un prestito non sono richieste garanzie reali (a volte può essere richiesta una firma di un garante), mentre per il mutuo è richiesta l’ipoteca sull’immobile che si intende acquistare e/o ristrutturare. Inoltre, il mutuo è un finanziamento a medio – lungo termine (può durare anche 30 anni) e prevede un importo che in genere copre l’80% del valore dell’immobile.