I Finanziamenti alle aziende, da parte delle banche, sono sempre più difficili, soprattutto per le piccole aziende che hanno un fatturato sotto ai 5 milioni di euro. La Confindustria di Bologna lo rivela attraverso un’indagine che analizza il rapporto banche-imprese. Sono 158 le imprese analizzate da Unindustria Bologna con l’obiettivo di verificare la qualità delle relazioni banche-imprese nel territorio della provincia. L’analisi ha portato ad un voto appena sopra la sufficienza.

La ricognizione, che ha coinvolto aziende di tutti i settori produttivi e di tutta la provincia, ha tenuto conto in modo particolare delle imprese di piccole dimensioni: nel campione intervistato, infatti, il 56% delle imprese non supera i 5 milioni di euro di fatturato (mentre il 44% ne è al di sopra).

In particolare, sono stati presi in considerazione alcuni parametri:

  • La capacità delle banche di comprendere il business specifico dell’impresa;
  • la preparazione tecnica delle banche;
  • la correttezza formale delle banche;
  • l’ affidabilità sostanziale del rapporto bancario.

Il 26% delle imprese intervistate ha richiesto nuovi finanziamenti negli ultimi sei mesi che sono stati rifiutati nel 26% dei casi. Il dato sale al 35% se si prendono in considerazione soltante le piccole e medie aziende con un fatturato annuo inferiore ai 5 milioni di euro.