Convenzione Sicilia Cessione Quinto, per tutti i Pensionati Regionali e Dipendenti della Regione si è sbloccata la Convenzione della Cessione del Quinto a tassi esclusivi e vantaggiosi!.

Cos’è la Cessione del Quinto?

convenzione sicilia cessione quintoLa Cessione del Quinto è una particolare forma di Prestito Personale non finalizzato riservata ai lavoratori Dipendenti (Ministeriali, Pubblici e Privati) ed ai Pensionati (ex Dipendenti Pubblici o Privati). Grazie alla Convenzione a Dipendenti Pubblici che appartengono al fondo Quiscenza.

Caratteristica fondamentale che differenzia la Cessione del Quinto dalle altre forme tecniche di Finanziamdnto è la partricolare modalità di rimborso, che prevede il coinvolgimento diretto del Datore di lavoro/ Ente pensionistico nel pagamento alla banca erogatrice delle quote di stipendio/pensione trattenute mensilmente al cliente. Alla Cessione del Quinto, per incrementare il netto erogabile al cliente, si assimila la Delega di Pagamento, una tipologia di Finanziamento concedibile ai soli lavoratori Dipendenti Ministeriali, Pubblici e Privati.

La Cessione del Quinto è un diritto dei Dipendenti e Pensionati a cui il datore di lavoro o l’Ente pensionistico non può opporsi. Invece la Delega di Pagamento necessita del consenso del datore di lavoro.

 

Convenzione Sicilia Cessione Quinto, quali sono i vantaggi?

  • Erogazione senza motivazione;
  • Fino a 87 anni;
  • Tasso fisso per tutta la durata;
  • A firma singola (senza garante);
  • Trattenuta mensile in busta paga;
  • Rata fissa e costante;
  • Da 24 a 120 mesi;
  • Anche a protestati e pignorati.

 

Per procedere nella richiesta di Cessione del Quinto dello Stipendio e Delega di Pagamento, è necessario fornire i documenti di riconoscimento e e la documentazione che certifica il reddito.

I documenti richiesti sono la Carta di Identità, il Codice Fiscale e per i Dipendenti l’ultima Busta Paga mentre per i Pensionati l’ultimo CUD e OBIS M.

Un tempo i Pensionati non potevano richiedere Prestiti Personali perché non godevano di nessuna considerazione da parte degli istituti creditizi.
Infatti era quasi impossibile per loro ricevere grossi finanziamenti o piccoli prestiti. Ora, grazie a una legge, possono ricevere prestiti, cedendo il quinto della pensione per durata che non superi i 10 anni di durata del prestito e i 90 anni di età (scadenza dell’ultima rata). I Prestiti sono accompagnati da una polizza assicurativa che copre ogni rischio, anche in caso di decesso, escludendo gli eredi.