FAQ

Risposte alle domande più frequenti

  1. Cosa succede se pago in ritardo una o più rate?
  2. Se ho subito un protesto oppure ho pagato in ritardo una rata, posso richiedere un prestito?
  3. Che cos’è un prestito personale?
  4. Chi può richiedere un prestito personale?
  5. Chi è il “coobbligato” o “garante” del prestito?
  6. Quali documenti servono per richiedere un finanziamento?
  7. Che differenza c’è tra un mutuo ed un prestito?

Cosa succede se pago in ritardo una o più rate?

Se paghi in ritardo una o più rate vieni segnalato in banca dati come cattivo pagatore. Ciò comporterà il rifiuto di una eventuale richiesta di prestito o mutuo futuro poiché la banca dati di banche e finanziarie ti avrà inserito nella black list.

Se ho subito un protesto oppure ho pagato in ritardo una rata, posso richiedere un prestito

Se hai avuto un protesto o hai pagato in ritardo una o più rate potrai accedere alla cessione del quinto. Questo tipo di prestito personale è a firma singola ed evita il controllo dalla banca dati.

Che cos’è un prestito personale?

Il prestito personale è un finanziamento veloce che prevede una somma prefissata ad un tasso di interesse fisso e viene rimborsato secondo un piano di ammortamento sottoscritto.

Chi può richiedere un prestito personale?

Un finanziamento o prestito personale, può richiederlo chiunque abbia un’età compresa tra i 18 anni ed i 75 anni (scadenza dell’ultima rata prestito).

Chi è il “coobbligato” o “garante” del prestito?

Nel caso in cui il richiedente del prestito non sia in grado di restituire le rate pattuite, la banca o la finanziaria, per ottenere il rimborso del debito, può rivolgersi al “coobbligato” cioè alla persona che ha fatto da garante a chi ha richiesto il credito

Quali documenti servono per richiedere un finanziamento?

Documento di identità non scaduto, codice fiscale, busta paga se è un lavoratore dipendente, l’ultima dichiarazione dei redditi completa di ricevuta del pagamento delle imposte se è un lavoratore autonomo, il cedolino della pensione se è un pensionato e una bolletta pagata.

Che differenza c’è tra un mutuo ed un prestito?

La differenza sta nel fatto che, per finanziare un prestito non sono richieste garanzie reali (a volte può essere richiesta una firma di un garante), mentre per il mutuo è richiesta l’ipoteca sull’immobile che si intende acquistare e/o ristrutturare. Inoltre, il mutuo è un finanziamento a medio – lungo termine (può durare anche 30 anni) e prevede un importo che in genere copre l’80% del valore dell’immobile.

Questo sito usa i cookies per fornirti un'esperienza migliore nella navigazione. Chiudendo questo banner acconsenti al loro uso. Se invece desideri negarne il consenso puoi consultare la nostra Privacy policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi